cerco un trainer

Registrati come Utente

Trova il Trainer che vuoi, dove vuoi.
Vicino a casa tua o vicino al tuo luogo di lavoro.

Cerco un Trainer

sono un trainer

Registrati come Trainer

Crea il tuo Profilo Professionale di Trainer
Acquisisci nuovi Clienti tramite la Community.

Sono un Trainer

blog

Articoli dai Trainer Professionisti

La preparazione atletica del cavaliere – Il Concorso Completo

Preparazione Atletica Del Cavaliere Concorso Completo Dressage Tialleno.it

Nell’era dello sport moderno, la preparazione atletica (vedi precedente articolo) è un aspetto ormai indispensabile per innalzare i livelli di performance agonistica, ottimizzare le fasi dei carichi di lavoro e ottenere il massimo da se stessi. Programmare un piano di allenamento in funzione di una competizione è ormai pratica comune e non solo per l’atleta di elite. Dai dilettanti agli amatori, la figura del Trainer professionista è sempre più richiesta, anche in discipline meno “visibili” nonostante un grande seguito, come l’Equitazione.

Per avere un esempio chiaro sul tipo di impegno atletico a cui è sottoposto il cavaliere, proviamo a prendere in esame il Concorso Completo, ovvero la competizione olimpica che combina il Dressage, il Salto ad Ostacoli e il Cross Country. Qui il binomio cavaliere/cavallo si sottopone fisiologicamente, biomeccanicamente e mentalmente a tre situazioni differenti tra loro:

Dressage

Specialità di massima precisione, è quella che richiede meno impegno cardiovascolare e consumo energetico, ma la connessione fisica-emozionale del cavaliere con il proprio cavallo raggiunge un livello altissimo e questo condiziona positivamente i centri di controllo neuromuscolari del binomio. L’animale percepisce i più impercettibili aiuti del cavaliere, il quale mantiene il suo assetto quasi sempre invariato.

Salto ad Ostacoli

Precisione, Forza e Rapidità caratterizzano un percorso ad ostacoli. Il binomio affronta la sua gara contro il tempo (tempo massimo) e con l’obiettivo di non commettere alcuna penalità che potrebbe compromettere il risultato finale. L’assetto del cavaliere subisce delle variazioni a partire dalla preparazione al salto fino all’ultima fase, cioè la ricezione. E’ importante che, nella fase di sospensione il baricentro del cavaliere (regione del bacino) coincida con quello dell’animale, localizzato sotto il garrese e leggermente più in avanti rispetto alla sua verticale. E considerando che ciò avviene in completa sospensione! Solo i piedi creano un appoggio,sulle staffe con talloni verso il basso le gambe aderenti ai fianchi dell’animale per correggere eventuali cambi di traiettorie. Il busto è inclinato verso la testa del cavallo per favorire una maggiore naturalezza del gesto atletico. Le braccia sono posizionate in modo tale da formare una linea immaginaria che parte dalla bocca del cavallo e finisce sui gomiti del cavaliere.

Cross Country

Si svolge su lunghe distanze. In alcune competizioni un percorso può misurare anche 5 Km. In questa specialità il cavallo esprime tutte le sue qualità atletiche, dal galoppo al salto. Capacità come Rapidità e Forza devono essere mantenute nel tempo attraverso doti di resistenza alla fatica (Forza Resistente). Il cavaliere non avrà vita facile in sella. Rispetto alle altre specialità, nel Cross Country il sistema metabolico assume aspetti più simili a una gara di resistenza. Quando la performance atletica supera la soglia dei 10 minuti la frequenza cardiaca e i valori della lattacidemia raggiungono livelli elevati come avviene in qualsiasi altro sport incluso nelle categorie di Endurance. E questo vale sia per il cavallo che per il cavaliere.

La preparazione fisica e mentale non è solo “roba” per atleti professionisti.

Rivolgersi a un Coach o a un Personal Trainer, a mio avviso, è fondamentale. Anche per chi è solo un appassionato della domenica o poco più. Presentarsi all’appuntamento con il cavallo in condizioni psicofisiche ottimali evita, quasi con certezza, infortuni e problematiche alla regione del bacino (tratto lombo sacrale e gruppo adduttori).

Se non volete trasformare un weekend a contatto con la natura in una settimana di divano “forzato”, adesso sapete a chi rivolgervi!

Una galoppata è una cura per tutti i mali”. Benjamin Disraeli, Il giovane duca, 1831

Lascia un commento

Paolo Di Maria

Allenati come un atleta, mangia come un nutrizionista, dormi come un bambino...
Vinci come un campione.

Post Series: La Preparazione Atletica del Cavaliere
Yes No